Kvaratskhelia significato esultanza dopo gol al Monza: è lei

L’esultanza di Khvicha Kvaratskhelia dopo il gol al Monza ha creato curiosità tra i tifosi del Napoli

Khvicha Kvaratskhelia 21 anni non smette di stupire e l’ha fatto ancora una volta con una particolare esultanza. Alla seconda partita di campionato della stagione 2022-2023 il calciatore georgiano ha siglato il suo secondo gol con la maglia azzurra e il primo al Diego Armando Maradona. Era il 35’ del primo tempo e l’ex Dinamo con un tiro a giro ha spiazzato Di Gregorio portando il Napoli in vantaggio. Dopo il gesto tecnico, davvero spettacolare, l’attaccante ambidestro ha abbracciato i compagni. Lo show è però continuato davanti le telecamere con l’enigmatica esultanza di Kvaratskhelia: sembrava inizialmente una T, con la mano destra a formare l’elemento orizzontale e la sinistra quello verticale. Un dettaglio non da poco perché l’attaccante dalla difficile pronuncia del cognome usa per tirare entrambi i piedi, è ambidestro. La gioia dopo il gol al Monza non deriva però da questa capacità del fenomeno del Napoli di saper usare a dovere sia il piede destro che il sinistro, ma dalla sua vita privata.

Il significato dell’esultanza di Kvaratskhelia dopo la rete alla squadra allenata da Stroppa è legata al suo amore: Nitsa. Infatti il calciatore ha esultato formando quella che è una N però in caratteri giorgiani. Una dolce dedica alla ragazza che studia medicina e che proprio per questo non è in Italia, come detto dallo stesso Kvaratskhelia nella conferenza stampa di presentazione. Khvicha, alla prima di campionato, ci aveva già abituato a festeggiamenti post gol particolarmente enigmatici. Rete al Verona e mani al piegate al volto a mimare il gesto di una bella dormita. In molti l’hanno associata al Night Night, il cavallo di battaglia di Stephen Curry, giocatore di basket talento dei Golden State Warriors in NBA. Un omaggio dunque a un campione di un altro sport.