Heart of Midlothian: qual è il significato del nome degli scozzesi

heart of midlothian

L’Heart of Midlothian, o anche Hearts, è una squadra scozzese avversaria della Fiorentina in Conference League: quali sono le origini dello strano nome del club?

In Scozia è stato la grande sorpresa della scorsa stagione, raggiungendo un incredibile terzo posto finale da neopromossa, e conquistandosi così una partecipazione alle coppe europee. Dopo aver vinto nello scorso turno in casa del Rigas per 2-0, l’Heart of Midlothian si trova ora secondo nel Gruppo A di Conference League, e questa sera ospiterà la Fiorentina, sua principale rivale per l’accesso alla fase successiva della competizione.

È una squadra poco nota, anche se in realtà di lunga tradizione, vincitrice di quattro scudetti (l’ultimo nel 1960), otto Coppe di Scozia (l’ultima nel 2012) e quattro Coppe di Lega (l’ultima nel 1963), eppure gran parte del suo fascino è dovuto a quello strano nome che si ritrova. Se volete sapere cosa significa e qual è la sua origine, vi conviene continuare a leggere.

Heart of Midlothian: il significato del nome

Si chiama Heart of Midlothian, o più semplicemente Hearts, al plurale (quindi non Hearts of Midlothian), ed è stato fondato come club di calcio nel 1874 a Edimburgo, anche se la società sportiva esisteva già in precedenza, dedicandosi ad altre discipline.

Il nome degli Hearts deriva da una sala da ballo della città scozzese, luogo in cui la società originale venne fondata, ma a sua volta il locale lo riprendeva dal romanzo del 1818 di Walter Scott The Heart of Midlothian. L’opera racconta del viaggio da Edimburgo a Londra di una giovane scozzese, per ottenere dal re la commutazione della pena della sorella, condannata a morte per il presunto omicidio del figlio neonato.

Il romanzo di Scott, oggi ritenuto tra le sue opere migliori, venne ispirato dalla demolizione, avvenuta un anno prima della pubblicazione, dell’edificio medievale dell’Old Tolbooth, da tempo adibito a prigione a Edimburgo. Una delle caratteristiche del carcere era che, proprio davanti al suo ingresso sul marciapiede del Royal Mile – la strada principale della città – stava un particolare mosaico chiamato appunto “The Heart of Midlothian”.

Il suo nome, tradotto in italiano, significa “il Cuore di Midlothian”, proprio per la forma a cuore, che oggi si ritrova nello stema degli Hearts. Midlothian, la parte generalmente più oscura della denominazione del club scozzese, significa invece “Lothian centrale” e si riferisce a una regione storica nota fin dal Medioevo, che riguarda l’area attorno a Edimburgo. Ai tempi del romanzo di Scott, questo nome evocava sicuramente un tempo lontano, mentre oggi si tratta di un’area amministrativa ben precisa, istituita nel 1996.

heart of midlothian
Il simbolo degli Hearts e l’originale Heart of Midlothian lungo il Royal Mile di Edimburgo.