Gioca a Football Manager per 400 stagioni e diventa allenatore vero

Il polacco Pawel Sicinski ha stabilito un record ufficializzato dal libro del Guinness dei Primati, giocando 416 stagioni a Football Manager, il celebre manageriale di calcio. In omaggio a questi numeri stratosferici la Uefa gli ha regalato un patentino C come allenatore reale.

Come ci è riuscito

Sicinski, partendo dalla stagione 2018-19, è arrivato fino al 2434 su FM. Roba da stare davanti allo schermo ore e ore, giorno e notte, completando appunto 416 stagioni. E chissà se nel 2434 ci sarà ancora il calcio, ma nel mondo Football Manager di Pawel, che ha trascorso 7603 ore giocando, senza dubbio.

L’aspetto divertente è che “in mezzo millennio” ha utilizzato appena due club, e nemmeno di primo piano nel calcio europeo, almeno ad oggi. Fino al 2114, infatti, ha simulato circa un secolo del Syrianska, club svedese: da lì in avanti è passato al Fimleikafélag Hafnarfjaroar, squadra islandese.

Le vittorie su Football Manager

In quasi mezzo secolo di simulazione su Football Manager, Sicinski ha fatto incetta di titoli: 301 campionati e 677 coppe varie, tra cui la Champions League, conquistata con il Fimleikafélag, di cui ha ampliato lo stadio fino a portarlo a 140mila spettatori, più della popolazione di Rejkjavik, dove gioca il club.

Durante la premiazione per l’ottenimento del record Pawel si è descritto così: “Sono una persona determinata e motivata, con molta pazienza e metodo quando c’è da raggiungere qualche obiettivo”.

Risultati che l’hanno portato a ricevere anche un patentino da allenatore Uefa-C, il livello più basso possibile. Tutto merito, comunque, di quelle migliaia di ore passate davanti a uno schermo a giocare a Football Manager.