Home Calcio Estero Dieci talenti non italiani da seguire all’Europeo Under 21

Dieci talenti non italiani da seguire all’Europeo Under 21

Fonte immagine: @bvb09 (Instagram)

Italia ma non solo. L’Europeo Under 21 metterà in vetrina tutto il meglio che il calcio del Vecchio Continente ha da offrire a livello giovanile: ecco 10 talenti da tenere d’occhio

L’Europeo Under 21 è alle porte e par l’Italia non sarà affatto facile puntare alla vittoria. Al via, infatti, ci sono diverse rappresentative dalle potenzialità molto alte e, proprio per questo motivo, la manifestazione si prospetta molto interessante. All’interno di un torneo come questo, ovviamente, ci sono anche molti ragazzi da tenere d’occhio, soprattutto in chiave mercato.

Leggi anche: Partite di oggi in tv: a che ora e dove vedere

Chi sono i 10 giovani non italiani da seguire con attenzione?

Fonte immagine: @Sottoporta_ICI (Twitter)

Youssoufa Moukoko (2004, Germania)

LEGGI ANCHE: Come procede l’ambientamento di Gaich in Serie A

LEGGI ANCHE: Addio Scudetto? I numeri impietosi della Juventus

Probabilmente non partirà titolare tra le fila della Germania, ma Youssoufa Moukoko può essere una grande risorsa per la selezione teutonica. Convocato sotto età, il classe 2004 del Borussia Dortmund è il ragazzo più giovane dell’Europeo Under 21 e, vedendo come ha già impattato nella prima squadra giallonera, non ci si stupisce del fatto che tutti puntino su di lui. Attaccante centrale, può giocare in vari contesti tattici e la forza fisica è senza dubbio tra i suoi punti di forza.

LEGGI ANCHE: Battute, proposte e futuro: Allegri si prepara a tornare in panchina

Sven Botman (2000, Olanda)

Cresciuto nel settore giovanile dell’Ajax, Sven Botman la scorsa estate è passato al Lille e i francesi, in crisi societaria, sul ragazzo olandese stanno costruendo la prossima grande plusvalenza. Difensore centrale di fisico e intelligenza tattica, l’olandese è stato acquistato per meno di 10 milioni di euro e ad Amsterdam, probabilmente, si staranno mangiando i pugni. Nonostante i 20 anni appena compiuti, è già titolare inamovibile dei Dogues.

Hugo Guillamón (2000, Spagna)

Classe 2000, Hugo Guillamón è una delle poche note liete del Valencia, che negli ultimi due anni si è dovuto totalmente affidare ai suoi giovani per via di una situazione societaria davvero grottesca. Centrale difensivo, gioca prevalentemente sul centro-sinistra di una difesa a quattro ed è a oggi uno dei leader della nazionale under 21 spagnole. Su di lui, in chiave mercato, ci sarebbero le tre grandi di Spagna, in particolare il Real Madrid.

Jacob Bruun Larsen (1998, Danimarca)

Jacob Bruun Larsen è uno dei calciatori più esperti di questo Europeo Under 21, visto che ha 22 anni e già diverse stagioni da professionista alle spalle. Esploso da giovanissimo in patria, si è imposto nel Borussia Dortmund dopo una breve parentesi allo Stoccarda, per poi essere ceduto a 9 milioni all’Hoffenheim. Attualmente è in prestito all’Anderlecht, dove gioca da titolare nel ruolo di esterno alto a sinistra. La sua specialità? L’ultimo passaggio, che detta con precisione e grande visione di gioco.

Benoît Badiashile (2001, Francia)

Benoit Badiashile è uno dei tanti talenti francesi in rampa di lancio. A 20 anni sta giocando con grande personalità al centro della difesa del Monaco, club col quale sta disputando un’ottima stagione. Mancino naturale, può disimpegnarsi in una linea arretrata a quattro ma anche a tre, mentre in passato è stato anche utilizzato da terzino sinistro. Badiashile è versatile, fisico e molto bravo a giocare sull’uomo, tutte caratteristiche che lo rendono un prototipo perfetto per la Premier League.

Magomed Suleymanov (1999, Russia)

Magomed Shapi Suleymanov è stato una delle rivelazioni della fase a gruppi di Champions League. Pur giocando in una squadra di basso livello come il Krasnodar, l’esterno classe 1999 ha segnato 1 gol in 6 apparizioni e, più in generale, si è messo in mostra per alcune qualità davvero interessanti. Corsa, dribbling, imprevedibilità palla al piede e inclinazione a saltare l’uomo sono solo alcune delle capacità evidenziate. Ha un contratto in scadenza nel 2022, quindi può diventare un’occasione di mercato.

Joško Gvardiol (2002, Croazia)

Doveva venire in Italia, piaceva in Premier League ma alla fine è stato il Lipsia a spuntarla per Joško Gvardiol, interessante difensore croato della Dinamo Zagabria che, il club tedesco, ha bloccato in vista del prossimo anno. Lo hanno pagato 16 milioni di euro e, chi conosce bene Gvardiol, assicura che li vale tutti. Potente, elegante, con una buona tecnica di base, in patria viene considerato come uno dei talenti in rampa di lancio del calcio locale e, infatti, è già nel giro della nazionale maggiore.

Mason Greenwood (2001, Inghilterra)

Mason Greenwood è una delle stelle della nazionale inglese. Classe 2001, gioca nel Manchester United, club col quale ormai si è ritagliato un posto da titolare e gioca largo in un reparto d’attacco di grandissimo livello. Originario di Bradford, ha percorso tutta la trafila nel settore giovanile mancuniano e nell’ultimo anno e mezzo ha bruciato le tappe, evidenziando un senso del gol davvero invidiabile. Piace a Southgate, che in estate potrebbe convocarlo per l’Europeo dei grandi.

Fonte Immagine: @pedrogoncalves28 (Instagram)

Pedro Gonçalves (1998, Portogallo)

Nello Sporting Lisbona che sta dominando il campionato portoghese brilla la stella di Pedro Gonçalves, trequartista di 22 anni che quest’anno sta disputando una stagione di livello assoluto. Il ragazzo originario di Chaves si è imposto dopo la partenza di Bruno Fernandes, prendendosi il posto dell’ex compagno e rivestendo un ruolo centrale per i biancoverdi, che sfruttano la sua tecnica e la sua fantasia lungo tutto il terreno di gioco. Profilo importante, già pronto per volare altrove.

Fabian Rieder (2002, Svizzera)

Giovanissimo ma già titolare dello Young Boys, Fabian Rieder è un calciatore che si è fatto conoscere per aver giocato su altissimi livelli in Europa League. Il ragazzo tesserato con il club bernese sarà uno dei titolari della Svizzera che si affaccia da outsider all’Europeo Under 21, dove occuperà la posizione di centrocampista centrale con qualche sporadico compito offensivo. Mancino naturale, buon fisico, è un elemento da tenere d’occhio per l’immediato futuro, nonostante il contratto in scadenza nel 2024.

Fonte immagine sito ufficiale Uefa

Europeo Under 21, i 10 talenti da tenere d’occhio

    • Youssoufa Moukoko | 2004, Germania
    • Sven Botman | 2000, Olanda
    • Hugo Guillamón | 2000, Spagna
    • Jacob Bruun Larsen | 1998, Danimarca
    • Benoît Badiashile | 2001, Francia
    • Magomed Suleymanov | 1999, Russia
    • Joško Gvardiol | 2002, Croazia
    • Mason Greenwood | 2001, Inghilterra
    • Pedro Gonçalves | 1998, Portogallo
    • Fabian Rieder | 2002, Svizzera

Europeo Under 21, la top 11 degli assenti

Fonte immagine: Transfermarkt

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: InstagramFacebookTwitter e Flipboard!

Exit mobile version