Home Calciomercato La fulminante carriera di Emerson Royal al Barcellona: acquistato due volte, e...

La fulminante carriera di Emerson Royal al Barcellona: acquistato due volte, e subito rivenduto

Fonte: @emerson_royal (Instagram)

Emerson Royal doveva essere il nuovo Dani Alves, ma invece il Barcellona lo ha comprato, venduto, ricomprato e subito rivenduto, senza quasi mai averlo schierato in campo

Leggi anche | Barcellona, un altro caso Messi: Ilaix Moriba ai saluti

In futuro, Emerson Royal potrà certamente vantarsi di essere stato l’unico giocatore acquistato e ceduto due volte dal Barcellona senza praticamente mai aver visto il campo. E dire che questa estate aveva veramente creduto che potesse essere la volta buona per la sua storia in blaugrana.

Solo cinque giorni fa, il terzino brasiliano pubblicava sui social una sua foto in maglia Barça, scrivendo “Molto felice di essere qui“, mentre adesso il club catalano lo ha ufficilamente venduto a titolo definitivo al Tottenham.

Il tira e molla tra Emerson Royal e il Barcellona

Leggi anche | Anno zero dopo Messi: come giocherà il Barcellona?

Nel gennaio 2019, il Barcellona metteva le mani su questo talentuoso terzino destro dell’Atletico Mineiro di soli 20 anni, ritenuto un giocatore in grado di raccogliere l’eredità di un campionissimo come Dani Alves, che proprio al Barça aveva vissuto anni d’oro.

L’operazione che aveva portato in Spagna Emerson Royal era stata alquanto particolare, dato che al brasiliano era interessato anche il Betis e che i blaugrana avevano già coperta la fascia destra con Nelson Semedo. Così, il Barcellona spese 12 milioni per il difensore in accordo col Betis, a cui lo cedette immediatamente dietro pagamento di 6 milioni di euro.

Leggi anche | La Juventus ha una nuova promessa: arriva Ihattaren!

L’accordo prevedeva il diritto di recompra da parte dei catalani per 6 milioni più eventuali bonus, concretizzatisi dopo due eccellenti stagioni del difensore in Andalusia, durante le quali ha collezionato 4 gol e 10 assist nella Liga, entrando anche la rosa del Brasile finalista dell’ultima Copa America.

Prestazioni che hanno convinto il Barcellona, negli scorsi mesi, di esercitare la clausola del contratto e versare quindi 9 milioni al Betis per riportare in Catalogna il giocatore, facendolo finalmente esordire con la maglia blaugrana. Sembrava arrivato finalmente il momento di Emerson Royal, e invece nelle ultime ore tutto è cambiato.

90 minuti e un nuovo addio al Barça

Leggi anche | Barcellona, crisi profonda: le perdite stimate con l’addio di Messi

Arrivato al Barcellona pronto per giocarsi un posto da titolare con Sergiño Dest, Emerson Royal ha fatto il suo tanto sospirato esordio il 15 agosto in Liga contro la Real Sociedad a 19 minuti dalla fine, quando poi i baschi hanno segnato due gol sfiorando una clamorosa rimonta. Sei giorni dopo, Koeman gli ha fatto giocare 8 minuti al termine della trasferta in casa dell’Athletic Bilbao, sempre subentrando a Dest.

Il 29 agosto era arrivato anche l’incoraggiante esordio dal primo minuto, con 63 minuti in campo. Poche ore dopo, però, è iniziata a circolare voce di un’offerta di 30 milioni di euro da parte del Tottenham, che il Barcellona, nell’attuale situazione economica, non era in grado di declinare.

Leggi anche | Stipendi Serie A: tutti i monte ingaggi delle 20 protagoniste

Dopo quindi due acquisti e una cessione, costati complessivamente 15 milioni di euro, Emerson Royal è stato ora definitivamente ceduto, dopo aver disputato appena 90 minuti in campo con la maglia del club catalano. Chissà se agli Spurs, dove già giocano nel suo ruolo Aurier e Doherty, riuscirà finalmente a trovare un po’ di stabilità.

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: InstagramFacebookTwitter e Flipboard! Inoltre, ascolta il nostro Podcast su Spotify!

Exit mobile version