Home Calciomercato Tra infortuni e rinnovo, quale sarà il futuro di Dybala?

Tra infortuni e rinnovo, quale sarà il futuro di Dybala?

Fonte: @paulodybala (Instagram)

Dybala è a un punto decisivo della sua esperienza alla Juventus: ancora fermo per infortunio e col rinnovo in bilico, potrebbe essere nella lista dei partenti

LEGGI ANCHE: Abbiamo la data ufficiale di Juventus Napoli

Praticamente scomparso dal campo, Paulo Dybala è la grande incognita della Juventus, che deve capire cosa fare dell’argentino, il cui contratto va in scadenza a giugno 2022. Arrivato per essere la stella della squadra, è stato progressivamente offuscato da Ronaldo, e ormai il suo ruolo in bianconero sembra sempre più marginale.

LEGGI ANCHE: Dove vedere Shakhtar-Roma in tv e streaming

Quale prospettive ci sono per l’attaccante nel prossimo futuro? Valutiamo insieme un po’ di aspetti che riguardano l’eventuale prosecuzione della sua esperienza in bianconero.

LEGGI ANCHE: Dove vedere Milan-Manchester United in tv e streaming

Un rinnovo sempre più difficile

LEGGI ANCHE: Abbiamo la data ufficiale di Juventus Napoli

Manca ancora più di un anno alla scadenza del contratto che lega Dybala alla Juventus, ma tra le due parti sembra esserci molta distanza. Il giocatore chiede un nuovo accordo da 11 milioni a stagione, mentre oggi ne guadagna 7,3: il nuovo contratto lo renderebbe il giocatore più pagato della rosa, scavalcando De Ligt e considerando la scadenza del contratto di Cristiano Ronaldo.

LEGGI ANCHE: Europa League, cosa c’è da sapere sugli ottavi di ritorno

Fonte: @paulodybala (Instagram)

La Juventus al momento non sembra avere intenzione di accettare queste cifre. Anzi, Tuttosport ritiene che la volontà del club sarebbe addirittura quella di ridurre l’attuale stipendio della Joya, per diminuire il suo peso sul bilancio societario.

LEGGI ANCHE: Stipendi Juventus 2020/21: quanto guadagnano i bianconeri

Dybala e il suo agente non hanno ancora dato una risposta al club, ma è ovvio che un giocatore del suo talento e appena 27enne, che solo l’estate scorsa veniva premiato come MVP della Serie A, sia poco propenso ad accettare una decurtazione d’ingaggio, per motivi d’immagine innanzitutto.

La non-stagione di Dybala

Nella prima annata di Ronaldo, con Allegri in panchina, l’argentino ha visto ridursi non tanto il suo minutaggio, quanto la propria centralità nel progetto tecnico juventino: è passato dalle 26 reti del 2017/2018 alle sole 10 dell’annata seguente.

LEGGI ANCHE: Dybala, la situazione dell’argentino assente da quasi due mesi

Con Sarri si è verificata una crescita da questo punto di vista, ma in questa stagione le cose sono nuovamente cambiate. In primo luogo, per colpa degli infortuni: Dybala ha disputato appena 16 partite (859 minuti tra Champions League e campionato), ed è stato tormentato dai guai fisici fin dall’inizio della stagione.

Un infortunio alla coscia gli ha fatto saltare due mesi, dalla fine di luglio alla fine di settembre: di fatto, Dybala non ha svolto la preparazione atletica, quest’anno più ridotta del solito per cause di forza maggiore. Si è fatto male nuovamente a fine dicembre e, ancora una volta, a inizio 2021, e da allora non è più rientrato.

Un ruolo non più centrale nella Juventus

LEGGI ANCHE: Sergio Oliveira, dal gol in Champions alla corte di Pirlo?

Agli infortuni, si aggiunge il fatto che Paulo Dybala non sembra più essere una pedina fondamentale nello scacchiere tattico di Andrea Pirlo. Accanto a Ronaldo, in questa stagione stanno facendo molto bene Alvaro Morata e Federico Chiesa, oltre ovviamente a Dejan Kulusevski.

Anche in caso di partenza di Ronaldo questa o la prossima estate, gli spazi in attacco sembrano essere abbastanza stretti. La sensazione, quindi, è che la Juventus potrebbe tranquillamente decidere di sacrificare la Joya per fare cassa, ripiegando su giocatori più giovani e meno ingombranti a livello salariale e carismatico.

Calciomercato Dybala: dove potrebbe andare

LEGGI ANCHE: Quanto costa Ronaldo alla Juventus

Dybala potrebbe essere ceduto già la prossima estate, come immaginato dal Corriere dello Sport, portando un’immediato guadagno alle casse del club, o invece lasciato andare in scadenza nel 2021, come ventilato da Tuttosport.

Fonte: @paulodybala (Instagram)

La prima ipotesi è chiaramente quella preferita dalla Juventus, che può fare leva sull’interesse di due big del calcio europeo, il Barcellona e il PSG. È possibile immaginare, visti questi nomi, che un eventuale cessione di Dybala sia legata al futuro di Leo Messi: dovesse decidere di lasciare il Barcellona (per andare presumibilmente a Parigi), i blaugrana andrebbero in cerca di un nuovo 10, magari argentino; se invece la Pulce dovesse restare in Catalogna, il PSG potebbe ripiegare sull’attaccante della Juventus.

LEGGI ANCHE: Come il PSG pensa di arrivare a Messi

In cambio, entrambi i club starebbero pensando a una contropartita tecnica da mandare a Torino. In attacco, la Juventus ha a che fare con la questione Morata: il giocatore è in prestito dall’Atletico Madrid con riscatto fissato a 45 milioni, che pare troppo oneroso. L’opzione migliore sarebbe un rinnovo del prestito, ma in caso di partenza sia di Dybala che di Ronaldo, il club bianconero potrebbe liberare abbastanza spazio salariale da chiedere a Barcellona e PSG Griezmann o Icardi in cambio della Joya.

Secondo France Football, sull’argentino ci sarebbero anche Tottenham e Chelsea, disposte a offrire 50 milioni alla Juventus. Dybala, in linea di principio, potrebbe avere un valore più alto (Transfermarkt lo stima in 70 milioni), ma tra la crisi della pandemia, l’ultima difficile stagione e il contratto in scadenza, la Juve potrebbe anche pensare di accettare le offerte dalla Premier League.

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: Instagram, Facebook, Twitter e Flipboard!

Ricevi i nostri articoli su Telegram
Exit mobile version