Demba Seck minacce alla ex fidanzata: cosa è successo e l’incredibile depistaggio

0
demba seck torino
Fonte: Image Photo Agency

Demba Seck è un giovane attaccante del Torino, al centro di diverse accuse e minacce, argomento questa sera di Farwest, programma di Rai 3.

A due giorni dalla Giornata contro la violenza sulle donne, ricordata anche da diverse iniziative in Serie A e Serie B, va in onda questa sera su Rai 3 un servizio che mira a fare luce sull’inquietante vicenda di abusi e minacce che ha coinvolto il calciatore del Torino Demba Seck. L’inchiesta giornalista va in onda sul programma Farwest, condotto da Salvo Sottile, mentre in contemporanea proprio il Torino è in campo a Bologna per la giornata di Serie A. E il club granata ha fatto molto discutere sabato 25 novembre, quando un video pubblicato sui social per sensibilizzare contro la violenza sulle donne è stato raggiunto da diversi commenti critici riferiti proprio alla mancanza di provvedimenti contro Seck (commenti poi cancellati dalla società). Ma cosa è successo esattamente e quali sono le accuse contro il giocatore?

Demba Seck è un attaccante senegalese classe 2001 che in passato ha vestito le maglie di Imolese, Spal e Sasso Marconi, prima di trasferirsi al Torino nel gennaio 2022. In questa stagione ha giocato 7 partite in maglia granata in incontri ufficiali, tra campionato e Coppa Italia, partendo titolare in 5 occasione ma senza ancora segnare un gol o servire un assist. Il suo nome, negli ultimi mesi, è divenuto tristemente noto alle cronache nazionali per le accuse rivoltegli da due differenti ragazze: in entrambi i casi, dopo la fine delle relazioni con le rispettive ragazze, Seck le ha minacciate di diffondere un video intimo di loro due assieme. Questo comportamento configura il cosiddetto reato di revenge p0rn, ovvero la “diffusione illecita di immagini o video s3ssualmente espliciti”, regolata dall’articolo 612-ter del Codice penale, punibile con la reclusione da 1 a 6 anni e con una multa da 5.000 a 15.000 euro.

Il primo caso contro Demba Seck è stato reso noto da La Stampa il 31 agosto scorso. Il quotidiano piemontese ha reso infatti pubblica la vicenda che riguarda il pm della Procura di Torino incaricato delle indagini e trovatosi a sua volta sotto procedimento disciplinare dopo la richiesta di archiviazione del caso. Il pm si chiama Enzo Bucarelli, ha 53 anni e da inizio agosto è sotto indagine per le accuse di frode in processo penale e depistaggio: Bucarelli avrebbe avvisato il calciatore di una imminente perquisizione, e avrebbe addirittura provveduto a cancellare in prima persona il video incriminato dal cellulare di Seck. Il motivo di questo comportamento sarebbe da ricondurre alla volontà di proteggere l’attaccante, data la fede granata del pm. Bucarelli si difende dicendo che il video era già stato acquisito dalla Procura (fatto che è confermato) e che quindi la sua cancellazione non rappresenterebbe un tentativo di ostacolare le indagini. La sua richiesta di archiviazione è stata emessa a fine luglio, circa sette mesi dopo la denuncia.

Le accuse contro Demba Seck

Queste prime accuse sono state denunciate nel gennaio del 2023 da una giovane donna di nome Veronica Garbolino, 23 anni, che lo scorso 10 novembre ha raccontato il suo caso a La Repubblica. La donna ha detto al quotidiano che Bucarelli inizialmente le fece pressioni per convincerla a ritirare la denuncia, dicendole che il processo sarebbe stato per lei pesante e che sarebbe stato meglio ottenere una lettera di scuse dal calciatore. Prima di questa intervista, il 24 settembre La Repubblica aveva pubblicato il contenuto di una chat tra Seck e alcuni amici risalente al 18 settembre 2022, in cui era provata la diffusione del video s3ssualmente esplicito della sua ex-fidanzata.

Garbolino ha raccontato di aver conosciuto Seck un anno prima della denuncia (quindi nel gennaio 2022, poco dopo l’arrivo del giocatore a Torino) in una discoteca, in cui lei lavorava come ragazza immagine. Fino a settembre di quell’anno si erano sentiti in maniera sporadica su Instagram, poi lui la invitò a vedere una sua partita (Torino-Sassuolo, 17 settembre 2022). Da quel giorno iniziarono a frequentarsi attivamente, uscendo assieme, andando a mangiare fuori e avendo dei rapporti s3ssuali. Il 20 ottobre, ha raccontato sempre lei ai Carabinieri, decise di interrompere la relazione, perché per Seck il loro rapporto era unicamente s3ssuale mentre lei cercava un rapporto diverso. Il mese successivo, Seck cercò per ben quattro volte di incontrarla di nuovo, ma lei non accettò. Il 22 gennaio 2023 si incontrarono per caso in discoteca: Seck vide Garbolino che consolava una collega, a cui stava confessando di aver avuto una relazione col calciatore e di essersi sentita usata da lui. Seck fece alla ragazza il gesto di tagliarle la gola se parlava in giro di lui. Due giorni dopo le scrisse un messaggio facendole sapere che, se avesse parlato del loro rapporto, lui avrebbe diffuso dei video di loro due che facevano s3sso, girati senza il consenso della ragazza. A quel punto lei lo denunciò, ma in estate decise di ritirare la querela inseguito a un accordo tombale tra le parti con il quale Seck le ha corrisposto una somma economica per rinunciare alle accuse. Questo fatto è stato confermato a settembre a Tuttosport da Marco Feno, il legale del calciatore granata.

A fine settembre, però, è emersa una seconda denuncia ai danni di Demba Seck. È opera di una studentessa di nome Ilaria (il cognome al momento non è noto) che su TikTok ha raccontato di aver contattato un avvocato per agire contro Seck per via di minacce risalenti a due anni fa. Lei e Seck si sono conosciuti nell’aprile 2021 a Ferrara, quando l’attaccante giocava alla Spal, città dove la ragazza vive; quando la relazione tra i due finì, il calciatore le inviò dei messaggi rivelandole che aveva dei video s3ssualmente espliciti di lei, e successivamente la insultò e la minacciò. La ragazza ha spiegato che decise di non denunciarlo, temendo di essere la sola e di venire umiliata, ma dopo aver letto la storia di Veronica Garbolino ha cambiato idea, e ora vuole sapere se i video in questione siano stati effettivamente diffusi da Seck in questi due anni. Ilaria è la testimone al centro del servizio di Farwest su Rai 3, come emerge da un’anticipazione diffusa su X il 25 novembre: nel video, la ragazza mostra le chat con il giocatore risalenti all’aprile del 2021, in cui Seck la minaccia di morte se dovesse raccontare in giro di lui (“Se lo fai ti giuro ti ammazzo”).