Home Calciomercato Tre acquisti per il Venezia: alla ricerca di qualità ed esperienza

Tre acquisti per il Venezia: alla ricerca di qualità ed esperienza

Fonte immagine: @fcin1908it (Twitter)

Calciomercato Venezia, tra il ritorno inaspettato in Serie A e la voglia di mantenere la categoria: ecco 3 colpi di mercato funzionali per il progetto arancioneroverde

Il Venezia e in Serie A contro ogni pronostico, dopo una cavalcata straordinaria culminata con la vittoria della finale playoff contro il Cittadella. I lagunari, che nelle ultime settimane hanno conquistato un po’ tutti per la modernità dei propri account social e l’indiscutibile bellezza delle maglie, avranno come obiettivo la salvezza, ma per arrivarci andrà puntellata la rosa.

Per farlo, Paolo Zanetti – fresco di rinnovo contrattuale – dovrà lavorare gomito a gomito con la dirigenza dando gli input giusti a una società che dovrà procedere con le idee, più che con i soldi. Serviranno quindi elementi adatti al 4-3-3, magari con esperienza nella massima categoria. In tal senso, ecco tre giocatori che farebbero al caso del nuovo Venezia.

Il terzino: Silvan Widmer

Classe 1993, un passato nel Triveneto con la maglia dell’Udinese, Silvan Widmer è un terzino destro con le caratteristiche adatte per il Venezia. Costa poco, ha già giocato in Serie A e di conseguenza porta in dote esperienza, qualità nella quale i lagunari latitano.

Attualmente milita in patria nel Basilea ma potrebbe nuovamente scavallare il confine n cambio di una manciata di milioni di euro – per Transfermarkt, il suo cartellino vale 4 milioni di euro, ma va in scadenza nel 2022. Bravo in fase difensiva, può dare copertura e solidità alla fascia destra.

Il centrale: Rodrigo Becão

Un grosso investimento andrà fatto sul centrale difensivo che comanderà la difesa del Venezia in Serie A. Non potendo andare su profili top, una buona occasione potrebbe essere rappresentata da Rodrigo Becão, altro elemento passato da Udine con discreti risultati.

Abile nel gioco aereo, può muoversi in una retroguardia a tre o a quattro, ha una buona tecnica di base e implementerebbe un reparto povero di caratteristiche simili alle sue. Magari, l’esperienza del classe 1996 brasiliano potrebbe tornare utile in ottica crescita per Svoboda, talento lanciato la scorsa stagione da Zanetti.

Il centrocampista: Lucien Agoumé

A proposito di giovani talenti, dopo l’intermittente esperienza allo Spezia Lucien Agoume potrebbe trovare Venezia la sua isola felice, nella quale continuare un percorso di crescita impostato su qualità decisamente importanti. Agoumé è un classe 2002 che ha assoluto bisogno di giocare, trovando un tecnico che, come Zanetti, possa valorizzarlo.

Ovviamente, il suo posto sarebbe quello di centrocampista centrale ‘basso’, a schermo davanti alla difesa, con compiti di rottura e prima costruzione, magari dirigendo il traffico e dettando i tempi di gioco a una squadra che ha profondamente bisogno di un po’ di fisico nel cuore della manovra. Un’operazione in prestito non sarebbe poi così impronosticabile.

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: InstagramFacebookTwitter e Flipboard! Inoltre, ascolta il nostro Podcast su Spotify!

Exit mobile version