Home Calcio Estero Perché i tifosi del Bodo agitano gli spazzolini allo stadio

Perché i tifosi del Bodo agitano gli spazzolini allo stadio

Fonte immagine: profilo Twitter @BodoGlimt

Il Bodo Glimt questa sera affronterà la Roma di Mourinho nella gara valida per il terzo turno del girone di Conference League 2021/2022. 

I norvegesi, che già lo scorso anno affrontarono il Milan nel preliminare di Europa League, hanno conquistato finora 4 punti, e inseguono la Roma prima a punteggio pieno. 

Tra le tante storie che si possono raccontare però, ve n’è una che parla di un tifoso straordinario, un’usanza che coinvolge i capitani e degli spazzolini gialli. 

Leggi anche | Dove vedere Bodo-Roma in Tv e streaming  

Il Bodo Glimt: una storia di redenzione

La storia degli spazzolini ha quasi cinquant’anni e risale al lontano 1974, quando il Bodo si avvicinava a diventare un faro del calcio norvegese raccogliendo sotto di sé tutti i tifosi del nord del paese. 

A quel tempo erano solo undici anni che ai club del nord del paese era stata data la possibilità di partecipare alla Norgesmesterskapet, coppa nazionale da tutti ritenuta più prestigiosa del campionato stesso. 

Il Bodo, che già nel corso di quella decade si era distinta arrivano fino agli ottavi di finale, acquistò Harald “Dutte” Berg, il miglior calciatore della storia norvegese fino a quel momento, che al rientro da cinque stagioni da professionista in Olanda aveva scelto i gialli per chiudere la carriera in patria. 

Leggi ache | Perché Benzema può vincere il pallone d’oro 

Accadde così che la squadra crebbe in popolarità e forza, e arrivarono gli spazzolini. 

Gli spazzolini dell’orda gialla

In concomitanza con le grandi prestazioni del Bodo in coppa nazionale, nacque alla fine del dicembre 1974 l’”Orda Gialla” o Den Gule Horde. 

Arnulf Bendixen, un tifoso parte dell’Orda Gialla, arrivò allo stadio durante una partita di seconda divisione con in mano uno spazzolino giallo che utilizzò per dirigere i cori di tutta la tifoseria. 

Da allora lo spazzolino divenne una vera e propria moda: tutta la tifoseria si dotò dell’aggeggio, decorandolo con gli stemmi della squadra e rendendolo una vera e propria mania in città. 

Iscriviti al nostro canale YOUTUBE 

Inoltre, all’Aspmyra Stadion prima di ogni partita, il capitano della squadra avversaria riceve uno spazzolino giallo in segno di rispetto da parte della tifoseria dell’Orda Gialla. 

Una curiosità? Nel corso di una trasferta a Bergen nel 1976 un tifoso locale spezzò in due lo spazzolino da denti di Bendixen, la cui testina è oggi conservata come reliquia al Museo del Nordland di Bodoe. 

Fonte immagine: profilo Twitter @BodoGlimt

I precedenti con le italiane

Prima di affrontare la Roma i norvegesi hanno giocato contro il Napoli nel 1976 e contro la Sampdoria nel 1994, per poi tornare a sfidare una squadra italiana nel 2020, quando Hauge si presentò al grande pubblico di San Siro contro il Milan. 

Oggi, ad un anno di distanza, affronteranno la Roma riportando in auge quella tradizione lontana cinquant’anni, ma più attuale che mai. 

Fonte immagine: profilo Twitter @BodoGlimt

Siamo su Google News: tutte le news sul calcio CLICCA QUI

Exit mobile version