Home Calcio Estero Benzema e la seconda giovinezza al Real Madrid

Benzema e la seconda giovinezza al Real Madrid

Fonte immagine: @SajjadA98028727 (Twitter)

Un declino scongiurato, l’addio di Ronaldo e la nuova leadership al Real Madrid: Karim Benzema è sempre sulla breccia dell’onda

Infortunio Rafael Leao | quando rientra | tempi di recupero

La doppietta contro il Borussia Monchengladbach rimpolpa uno score tra i migliori d’Europa. Ma, nell’immediata intervista postpartita, Karim Benzema ha già archiviato il tutto: “L’unica cosa importante – ha detto il centravanti francese – è aver vinto il girone. Abbiamo avuto qualche difficoltà, l’abbiamo superata e adesso siamo tutti più forti. Noi e anche Zidane”.

Le partite di oggi in tv: a che ora e dove vedere

Il Real Madrid vola agli ottavi di Champions League e insegna a tutti una lezione: prima di dare morti i blancos bisogna sempre pensarci due volte. Benzema lo avrà pensato, poi non lo ha detto apertamente perché fondamentalmente a lui piace passare per l’antidivo che è. Parole poche, fatti tanti. Talmente tanti che i numeri non possono fare altro che testimoniarlo.

Calciatori positivi Serie A | la lista | diversi i contagi

Con le due reti segnato ai tedeschi, Benzema ha raggiunto quota 338 gol in carriera tra campionati e coppe varie. Un bottino clamoroso, che spesso non viene esaltato e sponsorizzato abbastanza. Infatti, ci sono molti numeri 9 molto più chiacchierati di lui, nonostante non abbiano cifre superiori: “Io penso a fare il mio – disse qualche tempo fa – cerco di aiutare la squadra e i compagni. Se poi segno, meglio”.

Benzema, l’epicentro del Real Madrid: un’altra magia

Fonte immagine: @ESPNFC (Twitter)

La nuova vita di Benzema

Infortunio Castrovilli | quando rientra | tempi di recupero

A 32 anni suonati Karim Benzema sta vivendo una seconda parte di carriera straordinaria. Zinedine Zidane, incalzato dalle domande dei giornalisti dopo l’ultimo successo di coppa, ha spiegato: “Francamente non so nemmeno io cosa sia. È un 10? Un 9 e mezzo? Fa così tante cose in campo che è impossibile inquadrarlo”.

Benzema, altra prodezza: il suo gol tra i top della stagione – VIDEO

Benzema è rinato durante la scorsa stagione quando, nonostante un periodo centrale di appannamento, ha ritrovato finalmente con continuità la via del gol. Infatti, dopo anni, il francese si è riaffacciato prepotentemente nelle parti alte della classifica cannonieri della Liga, segnando 21 gol e piazzandosi subito dietro Messi.

Il Tottenham può vincere l’Europa League?

Rivederlo lassù ha destato una certa impressione, soprattutto perché fino all’estate 2018 il centravanti dei merengues veniva dato come quasi finito. Non fa più la differenza, si diceva, senza però mai considerare il contesto nel quale era obbligato a districarsi. Eppure, anche durante i tempi peggiori Zidane non lo ha mai abbandonato, mantenendolo come perno centrale del suo Real Madrid.

Perr Schuurs, l’Ajax ha l’erede di De Ligt?

Fonte immagine: @le_Parisien (Twitter)

La svolta post Ronaldo

Stipendi allenatori Serie A 2020 2021: la classifica

Ragionando sul ritorno in grande stile di Benzema, è facile intuire come la sua (ri)esplosione sia semplicemente dovuta a un fattore tattico. Fino a due anni fa il Real Madrid girava – giustamente, da un certo punto di vista – attorno a Cristiano Ronaldo, vero accentratore della manovra e catalizzatore di palloni. Per lui il francese ha sgobbato parecchio, perdendo lucidità in zona gol.

River Plate-Boca Juniors: lo storico Superclasico del 2018

Statistiche di tiro basse, heatmap che indicavano come gli venisse intimato di svuotare l’area per lasciare spazio a CR7 e, ovviamente, numeri in calando. Poi, l’addio del portoghese e l’immobilismo quasi totale in attacco del Real Madrid – se non consideriamo l’arrivo di Jovic, a oggi vero e proprio bluff – hanno rilanciato al centro dell’attacco Benzema, ora sì terminale offensivo della squadra.

Zack Steffen vuole mettere in difficoltà Guardiola

Le parole di Zidane però fanno riflettere sul fatto che, nonostante l’efficacia in zona gol, il francese sia determinante anche in rifinitura. Negli ultimi due anni, infatti, ha messo a referto ben 22 assist e in questa stagione è a quota 3. Numeri importanti per un attaccante over 30 che è ancora tra i migliori in circolazione. Ma questo è meglio non dirglielo, perché per Benzema il basso profilo è tassativo.

Alaba sarebbe il giocatore perfetto per la Juventus

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: InstagramFacebookTwitter e Flipboard!

Exit mobile version