Infortunio Bennacer quando torna: tempi di recupero

0
Bennacer Kean
Bennacer e Kean (Image Photo Agency)

Piove sul bagnato per il Milan con gli infortuni, l’ultimo a finire ko in allenamento è stato Ismael Bennacer. Problema muscolare per l’algerino. 

Non smette di riempirsi l’infermeria del Milan: l’ultimo caso riguarda Ismael Bennacer, che pur essendo squalificato nell’ultima partita di campionato (disastrosa) contro il Sassuolo ha avuto un problema muscolare al bicipite femorale e ha messo ancor di più in ansia l’ambiente rossonero.

Ennesima tegola per il Milan specialmente in questa settimana cruciale in cui la squadra di Pioli è attesa, nel weekend, dal derby contro l’Inter. Bennacer nelle ultime partite era sembrato uno dei meno peggio, capace di tenere in piedi da solo il centrocampo, ma questo infortunio lo toglierà di mezzo quasi sicuramente per la stracittadina.

Bennacer quante e quali partite non gioca

“Nei prossimi giorni verranno effettuati gli esami strumentali che permetteranno di valutare l’entità del problema muscolare”, questo si legge nel comunicato del Milan, il che non lascia presagire nulla di buono su Bennacer.

Bicipite femorale, muscolo che ricorre spesso negli infortuni dei calciatori ultimamente, e che è sempre una brutta bestia. In base all’entità del guaio naturalmente la lunghezza dell’assenza può variare raggiungendo anche la durata di un mese.

Tuttavia vista la delicatezza del periodo e l’importanza delle partite in programma è facile che si andrà coi piedi di piombo in fase di recupero onde evitare nuovi casi tipo Maignan, quindi con ricadute.

Per ora sono solo supposizioni, ma che il problema al bicipite femorale di Bennacer si dovesse prolungare, nella peggiore delle ipotesi, per un mese, l’algerino dovrà saltare tutte le partite di febbraio inclusa la fondamentale sfida al Tottenham in Champions League, almeno l’andata, in programma il 14 a San Siro.

Di sicuro quindi il centrocampista non giocherà il derby del weekend e con ogni probabilità anche la partita contro il Torino del 10 febbraio (venerdì), e poi dopo la Champions le gare di Monza (18 febbraio) e in casa con l’Atalanta del 26 febbraio. Si potrebbe rivedere il 4 marzo a Firenze, magari per testarlo in vista dell’imminente sfida di ritorno al Tottenham in programma l’8 marzo.

Insomma, forse il momento peggiore per infortunarsi da parte di un uomo chiave del Milan come è a tutti gli effetti Bennacer, la cui assenza (per squalifica) domenica contro il Sassuolo aveva rivelato l’inconsistenza delle alternative in quel ruolo (Krunic e in second’ordine Pobega).

Un vero peccato perché a parte l’importanza strategia di Bennacer nel centrocampo del Milan, l’ex Empoli aveva appena rinnovato il contratto fino al 2025, legandosi quindi ancora più a lungo ai colori rossoneri. Ora invece ecco l’ennesimo contrattempo di una stagione che per il Milan sta prendendo una china disgraziata.